Vai al contenuto Vai alla navigazione
hanging ski clothes and a pair of cross-country skis leaning on the wall
Sci
Come vestirsi per lo sci di fondo:

Vuoi praticare sci di fondo? Ottima idea: è una delle attività sportive che mette più a contatto l’uomo con la natura. È importante però vestirsi correttamente: eccoti una lista di consigli.

Se hai in mente di praticare sci di fondo, non puoi farti trovare impreparato. Molto amato nei Paesi nordici, in Canada e anche in Italia, lo sci di fondo è un vero e proprio sport, non una passeggiata tranquilla tra amici. È rilassante, certo, ma richiede un certo impegno fisico. Per di più, si pratica in montagna sulla neve, quindi a temperature tendenzialmente prossime allo 0°: è importante sapere come vestirsi per praticare sci di fondo, per non trasformare una giornata indimenticabile in un potenziale incubo!

Vestirsi a strati: la regola per chi pratica sci di fondo

Le cose da tenere a mente per vestirsi quando si pratica sci di fondo sono essenzialmente due: le temperature e l’intensità dello sforzo.
Come già detto, lo sci di fondo si pratica tendenzialmente a basse temperature, ma allo stesso tempo è uno sport ad alta intensità, più alta dello sci regolare. Meglio non utilizzare quindi il classico abbigliamento da sci, pensato soprattutto per trattenere il calore e proteggerti dal vento. Nello sci di fondo le velocità sono più basse e lo sforzo fisico maggiore: meglio indossare pochi strati e soprattutto capi non pesanti ma tecnici, capaci di controllare la temperatura e l’umidità della tua pelle. E se fa molto freddo? Aggiungi uno strato intermedio ma attento a non esagerare, altrimenti dopo pochi minuti di attività sarai madido di sudore (e in quel caso sentirai ancora più freddo).

Ultimo, ma non meno importante, devi considerare che nello sci di fondo si utilizza praticamente tutto il corpo. È un movimento regolare e ripetuto, braccia e gambe scorrono di continuo, sia nella tecnica classica, sia nello skating. Perciò, l’abbigliamento non dovrà essere pesante e ostacolare i movimenti. Al contrario, dovrai indossare capi che, oltre a essere performanti da un punto di vista termico, siano leggeri e possibilmente elastici.

snowy landscape with mountain peak with snow
a man and a woman cross-country skiing

Primo strato: cosa indossare sotto la giacca da sci?

Fatte queste premesse, potremmo riassumere il tutto dicendo che vale la regola dei tre strati. Il primo strato, quello a contatto con la pelle, dev’essere l’intimo termico. Materiali come il cotone e la lana sono morbidi e piacevoli sulla pelle, ma hanno il difetto di assorbire e intrappolare l’umidità (come il sudore). Sono ottimi per una giornata di relax, ma se pratichi sci di fondo dovrai utilizzare materiali diversi, come il poliestere o il polipropilene, che hanno molteplici vantaggi come la traspirabilità, l’assorbimento dell’umidità dal corpo e l’elasticità, essenziale per accompagnare tutti i tuoi movimenti. Un esempio è la maglia a maniche lunghe 2nd Skin Tee Long Sleeve (disponibile anche per lei), che grazie a uno speciale tessuto chiamato Dryarn® ha una trama diversa in differenti punti del capo (sulla struttura principale ha una trama fitta, mentre su petto e scapole ha una trama a nido d’ape per una migliore libertà di movimento).

Sopra la maglia termica va indossato il secondo strato, da indossare se le temperature sono particolarmente rigide: di fatto è uno strato intermedio, che ha il compito di fare da scudo tra il tuo corpo e l’aria gelida. Un pile, per esempio, può essere un’ottima scelta.
 

Abbigliamento da sci di fondo per lui

Sopra la maglia termica va indossato il secondo strato, da indossare se le temperature sono particolarmente rigide: di fatto è uno strato intermedio, che ha il compito di fare da scudo tra il tuo corpo e l’aria gelida.
Per l’uomo, un capo come la Apex Jersey è un ottimo esempio: disegnata per le Olimpiadi di PyeongChang in collaborazione con la nazionale italiana, è la parte superiore della tuta da gara. Su petto, maniche e fianchi è realizzata in uno speciale tessuto chiamato Schoeller® che garantisce sostegno ai muscoli, mentre sul retro ha un pannello in rete per essere traspirante. A temperature miti, può anche essere utilizzata da sola, direttamente a contatto con la pelle. È utilizzata anche dal nostro Federico “Chicco” Pellegrino, campione del mondo di sci di fondo e recentemente vittorioso anche alla gara sprint di Davos. 

Infine c’è il terzo strato, solitamente una giacca (a patto che sia traspirante), che ha l’arduo compito di proteggerti dagli agenti esterni come vento, pioggia e neve.

Sportful ha pensato di unire questi due strati in un unico capo, la Squadra Jacket, una leggera giacca antivento da uomo adatta alla pratica intensa. Questa giacca è dotata infatti di una membrana Gore-Tex Infinium™ Windstopper® su fronte, fianchi, maniche e spalle e tessuto traspirante sulla schiena.
Se invece cerchi un capo per gareggiare, ti consigliamo di dare un’occhiata alla Apex Vest, da indossare al di sopra di una tuta in gara o della Apex Jersey, quando il clima è più freddo e ventoso, oppure come secondo strato per gli atleti di altissimo livello.

Naturalmente vanno coperti anche gambe e nuca: per le prime ti consigliamo la calzamaglia Squadra Tight, adatta a diversi livelli di intensità di allenamento, oppure per chi desidera un capo tecnico ma non estremo. Per riparare la testa dal gelo invece potresti optare per un  cappello da gara come Squadra Hat,in tessuto elasticizzato e foderato.

Federico Pellegrino cross-country skiing in a snowy landscape
Dorothea Wierer cross-country skiing in a snowy landscape

Abbigliamento da sci di fondo per lei

Per lei la scelta è altrettanto variegata, e naturalmente valgono le regole già descritte: non indossare capi che immagazzinano il sudore e prediligi tessuti elasticizzati che non ostacolano i movimenti. Se ad esempio cerchi il massimo delle performance e prevedi di praticare sci di fondo a temperature miti, ti consigliamo la maglia termica Doro Apex Jersey che, di fatto, è la parte alta della tuta da gara più estrema di Sportful. Disegnata in collaborazione con la campionessa e nostra ambassador Dorothea Weirer, è la scelta migliore per gli atleti che prediligono le tute a due pezzi. Per la parte bassa invece c’è Doro Apex Tight, la seconda parte della tuta da gara. Se però il meteo prevede vento e nevischio, non puoi farti trovare impreparata: con la Doro Jacket salverai la giornata.
Tessuti isolanti uniti a quelli traspiranti la rendono perfetta sia per sessioni di allenamento duro in condizioni molto fredde, sia per attività di resistenza in condizioni leggermente più moderate. È la giacca da avere se devi sceglierne solo una. 
Infine, attenzione anche alla testa: con la fascia in tessuto elasticizzato Doro Headband, fronte e orecchie (le parti più sensibili al freddo) sono al riparo. 

Avrai capito che, per non rovinarti la giornata o rischiare di prendere freddo, devi vestirti adeguatamente praticando sci di fondo. Che non significa coprirsi di strati senza una logica: con l’abbigliamento tecnico corretto non sudi, sei riparato dal freddo ma al tempo stesso sei leggero e agile nei movimenti. C’è qualcosa di meglio?
a couple cross-country skiing in a snowy landscape
You can compare a maximum of 5 items at once. Please Remove at least one product before adding a new one.